Credito d’imposta 4.0: novità e controlli

Il 28 ottobre il governo ha approvato il Disegno di Legge di Bilancio 2022 che dispone una proroga alle agevolazioni 4.0 abbinata a importanti modulazioni. 

Gli investimenti in macchinari 4.0 agevolati al 50% nel 2021 e al 40% nel 2022 per la quota di investimento fino a 2,5 milioni di euro, subiranno un dimezzamento della percentuale di agevolazione a partire dal 1° gennaio 2023. 

L’agevolazione al 50% scadrebbe al 31 dicembre 2021, ma è applicabile anche ad acquisti effettuati entro giugno 2022, purché l’acquisto venga finalizzato con ordine entro il 31 dicembre 2021 e con acconto pagato pari almeno al 20% dell’ordine; scenderebbe poi al 40% nel 2022 (prorogabile fino a giugno 2023 con le stesse modalità). 

Si ricorda che per investimenti 4.0 di valore superiore a 300mila euro è obbligatoria una perizia asseverata (ovvero attestato) redatta da un tecnico abilitato da cui risulti che i beni possiedono le caratteristiche tecniche previste e la relativa interconnessione al sistema aziendale; la perizia è comunque consigliata anche per beni di costo unitario inferiore a 300.000 euro. 

I beni oggetto di agevolazione, ad esempio i trattori dotati di telemetria, non devono mai essere utilizzati in maniera analogica, quindi occorre rinnovare gli abbonamenti ai servizi digitali e tenere traccia dello scambio dati e di come i beni vengono utilizzati. I controlli sono già iniziati ed eventuali inadempienti prevedono la restituzione del vantaggio illecitamente goduto più la sanzione e gli interessi di mora. 

A seguire uno schema di sintesi dell’evoluzione temporale degli incentivi 4.0: 

INVESTIMENTI IN BENI 4.0 ALLEGATO A, LEGGE 232/2016 

  2021 2022 2023 2024 2025 2026 
Investimenti fino a 2,5 milioni 50% 40% (50% con ordine e acconto 20% entro 31/12/2021 e effettuazione investimento entro 30/06/2022) 20% (40% con ordine e acconto 20% entro 31/12/2022 e effettuazione investimento entro 30/06/2023) 20% 20% 0% (20% con ordine e acconto 20% entro 31/12/2025 e effettuazione investimento entro 30/06/2026) 
Investimenti da 2,5 a 10 milioni 30% 20% (30% con ordine e acconto 20% entro 31/12/2021 e effettuazione investimento entro 30/06/2022) 10% 10% 10% 0% (10% con ordine e acconto 20% entro 31/12/2025 e effettuazione investimento entro 30/06/2026) 
Investimenti da 10 a 20 milioni 10% 10% 5% 5% 5% 0% (5% con ordine e acconto 20% entro 31/12/2025 e effettuazione investimento entro 30/06/2026) 

INVESTIMENTI IN SOFTWARE 4.0 ALLEGATO B, LEGGE 232/2016 

  2021 2022 2023 2024 2025 2026 
Investimenti fino a 1 milione 20% 20% 20% 15% (20% con ordine e acconto 20% entro 31/12/2023 e effettuazione investimento entro 30/06/2024) 10% (15% con ordine e acconto 20% entro 31/12/2024 e effettuazione investimento entro 30/06/2025) 0% (10% con ordine e acconto 20% entro 31/12/2025 e effettuazione investimento entro 30/06/2026) 

Il Disegno di Legge potrebbe essere oggetto di modifiche nell’iter di conversione parlamentare, di cui vi terremo aggiornati. 

L’ufficio fiscale rimane a disposizione per chiarimenti e ulteriori informazioni. 

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: