NOTIZIE IN PRIMO PIANO ROMAGNA

ROMAGNA

Welfare, sanità e pensioni al centro dell’assemblea annuale Anp

Si è riunita mercoledì 12 febbraio a Cesena l’assemblea annuale Anp Romagna.

A due anni dalla sua costituzione come ‘Romagna’ è stata l’occasione per relazionare sul lavoro svolto finora sulle tematiche del benessere, sanità e pensioni. All’incontro hanno partecipato il Presidente CiaRomagna, Danilo Misirocchi, il segretario generale Anp nazionale, Daniela Zilli, il presidente Anp regionale, Pierino Liverani e il presidente Anp Romagna, Wiliam Signani.

E’ intervenuto inoltre il direttore generale Ausl Romagna, Marcello Tonini, a cui Signani ha posto tre domande: a che punto è il progetto relativo alle “case della salute”, cosa comporta per l’Ausl Romagna quota 100 e, partendo dal presupposto che esistono punti di eccellenza per traumi, rotture e protesi, ma non centri di riabilitazione qualificati, cosa si può fare a questo proposito. Tonini, dopo un’accurata disamina dei bisogni del territorio, ammette che se pur il Servizio sanitario nazionale è buono e invidiato in gran parte del mondo perché dà assistenza a tutti senza l’uso della carta di credito, dopo 40 anni di vita necessita di maggiore attenzione dal punto di vista politico. Non ci sono gli specialisti, non ci sono i pediatri, mancano le case della salute in maniera capillare sul territorio, manca però anche la cultura della salute. “La società civile siamo noi – commenta Tonini -, e anche noi siamo responsabili del buon andamento della sanità pubblica facendoci portavoce non solo per lamentare inefficienze, ma anche evidenziando efficienze come la prevenzione praticata nella nostra Regione. E’ indubbio però che se il Servizio sanitario nazionale necessita di una riforma, l’intervento spetta non solo ai tecnici ma soprattutto ai politici che devono avere una visione generale del nostro Paese”. Per Daniela Zilli è “positivo il maggiore finanziamento rivolto alla sanità dall’ultimo Governo – dice – ma non è ancora sufficiente”. Misirocchi afferma che Anp e Cia Romagna, “promuoveranno iniziative per recuperare un atteggiamento culturale diverso, sensibilizzando tutte le parti sociali presenti nel nostro territorio”. Oretta Pedina, vice presidente Cia Romagna, ha presentato la programmazione delle attività 2020/2021 oltre al resoconto del biennio trascorso (la proposta è in allegato in calce all’articolo).

Programma Anp 2020-2021

Intervento Signani

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: